Di ritorno da un viaggio a Londra tanto atteso, da 7 anni non mettevo piede nella capitale britannica e ne sentivo la mancanza. Ho vissuto Londra da turista tante volte, e questa volta avevo deciso che sarebbe stato un viaggio diverso, volevo un unconventional Londra, fuori dai soliti schemi turistici del Big Ben, Buckingham Palace, Oxford street e Westminster ma, pur non avendo fatto i classici itinerari strada facendo abbiamo deciso che questa città ci mancava troppo, da troppo, così abbiamo deciso di godercela senza sapere dove andare e cosa fare, tutto deciso al momento, lasciandoci trasportare dalle sensazione e le voglie del momento.

Qual’è il risultato di questa scelta?

Siamo riusciti a goderci una città che dopo tanti anni continuo ad amare, abbiamo scoperto strade, mercati, scorci che non avevamo visto o semplicemente a cui non avevamo dato importanza. Vi racconti quelle che sono state le 5 cose che più mi sono piaciute di questi 4 giorni a spasso per Londra.

Sky Garden 

Si trova al numero 20 di Fenchurch street, edifico pubblico unico nel suo genere che si estende su tre piani offrendo una visione a 360 gradi della città di Londra. I visitatori possono passeggiare attorno al giardino paesaggistico, all’osservatorio e sulla terrazza aperta con la vista dal più alto giardino pubblico della città. La creazione dello Sky Garden si fonda sull’idea di voler offrire un posto di svago e piacere offrendo al pubblico la possibilità di vedere Londra da un diverso punto di vista. L’ingresso allo Sky Garden è gratis, ma è necessario prenotare la visita online, dato che il numero di visitatori è a numero limitato. Lo Sky Garden si compone di tre piani:

  • il 35° SKY POD, è la zona Bar dove la vista della città dalla terrazza aperta al tramonto è mozzafiato.
  • il 36° DARWIN, è la brasserie dove potrete gustare piatti tipici della cucina inglese.
  • il 37° FENCHURCH, è il raffinato ed esclusivo ristorante che si trova al piano più alto.

DCIM103GOPRO

Perchè visitare lo Sky Garden? Oltre ad essere gratis (in una città costosa come Londra, non è cosa da poco), avrete una vista magnifica della città, una visione privilegiata dello Shard il grattacielo di Renzo Piano proprio davanti a voi.

Librerie di Viaggio

La lettura è sempre stata una mia passione e in questo viaggio abbiamo scoperto due splendide librerie di viaggio. Il paradiso di un travelblogger e di chi ama viaggiare, un tuffo nelle strade del mondo attraverso cartine stradali, racconti di viaggio, guide, libri fotografici. Noi ne abbiamo visitate due, devo ammettere che mi sono persa tra i libri, sarei rimasta ore e ore sfogliando ogni libro, viaggiando attorno al mondo seduta su di una sedia.

  • Stanford Travel è la più grande libreria di viaggi e di mappe al mondo, si trova in Long Acre a pochi minuti da Covent Garden, una visita è d’obbligo. La libreria apre nel 1901, il suo fondatore Edward Stanford, iniziò vendendo mappe in un piccolo negozio della stazione verso la metà dell’800; la società fallì dopo poco ma l’inghilterra in quegli anni viveva una forte espansione coloniale e lui capì che essendo l’unico venditore di mappe in tutta la città, e l’afflusso crescente di visitatori stranieri, doveva puntare su quello e aprì un negozio per la stampa delle mappe. Nel 1901 si trasferì in Long Acre dove affermò la sua attività. Ora questa libreria, dopo oltre 160 anni di attività è visitata ogni anno da migliaia di viaggiatori da tutto il mondo.

DCIM103GOPRO

  • Daunt Books venne fondata nel 1990 da James Daunt in un magnifico palazzo all’83 di Marylebone High Street a Londra. Il cuore della libreria è una bellissima galleria di libri che si chiude con una finestra ad arco, davvero molto suggestiva. I libri sono divisi per paese e raggruppano guide, mappe, romanzi di viaggio, libri di storia e biografie. Questa libreria è un punto di riferimento per moltissimi viaggiatori e amanti della lettura.

DCIM103GOPRO

Covent Garden

Covent Garden è da sempre il mio quartiere preferito di Londra. Si può definire un distretto culturale e commerciale che offre ai propri visitatori un’esperienza unica. La scelta è ampia tra negozi, ristoranti e cafè, artisti di strada e l’Apple Craft Market. Fulcro di questo quartiere è proprio il mercato aperto ogni giorno, potrete trovare prodotti artigianali fatti a mano, gioielli, saponi, borse, vestiti, dolciumi e molto altro. E’ uno dei mercati più belli della città; il lunedì troverete commercianti di antiquariato, da martedì a venerdì ci sono commercianti di abiti mentre nel week end potrete trovare oggetti d’arte e d’artigianato. Lasciamo il mercato e la piazza per spostarci nelle stradine più caratteristiche del quartiere come Long Acre e James street, oltre a negozi e atelier io adoro passeggiare senza meta in questa stradine, si respira un’atmosfera unica, i ritmi sono meno frenetici e non sembra di essere in centro a Londra.

DCIM103GOPRO

Brick Lane

Un microcosmo londinese dove si mescolano culture etniche, Brick Lane nell’east London; questa zona un tempo povera e abbandonata era famosa per essere la zona degli omicidi di Jack lo Squartatore. Questa zona è cresciuta e migliorata negli anni e ora è estremamente popolare con folle di artisti, gallerie, ristornati, mercati e festival. The Old Truman Brewery è un colorato mercato che ogni domenica offre pezzi unici di vestiti, borse e gioielli, ci sono anche negozi vintage e piccole boutique. Non è domenica se non visitate il mercato di Brick Lane, le strade si riempiono di bancarelle di oggetti di seconda mano, ma se siete attenti potreste trovare anche qualche affare; in sottofondo al fiume di gente ci sono gli artisti di strada con le loro performance. Non manca l’hab culinario, avrete l’imbarazzo della tante bancarelle etniche, curry, bagel, noodles, cupcake finirete per abbuffarvi, garantito. La cosa bella di questo mercato è che non sai mai cosa puoi trovare!

DCIM103GOPRO

South Bank

Sout Bank è uno dei quartieri imperdibili di Londra, costeggia uno dei tratti del Tamigi più ricchi di attrazioni. Partendo dal Tate Museum che resta una delle gallerie d’arte moderna preferite dai viaggiatori; ex centrale elettrica, diventa centro espositivo dove poter ammirare opere di Pollock, Andy Warhol e molti altri ancora. Segue il Millenium bridge il ponte pedonale che incarna architettura moderna e contemporanea; il Shakespeare’s Globe fedele ricostruzione del teatro originale vale una visita.  Da questo punto in poi, inizia una piacevole passeggiata attraverso uno dei quartieri cha a mio avviso trasmette da ogni angolo, muro e mattone la vera essenza di Londra; I muri in mattone marrone, le strade sono più strette, è un quartiere a se, che contrasta edifici storici a grattacieli all’avanguardia. Un passo nel passato e un passo nella nuova era un continuo entrare e uscire da un periodo storico all’altro.

DCIM103GOPRO

Londra non è solo questo, è una città in continua evoluzione, non stanca mai e non smette mai di offrire nuovi spunti e prospettive. Londra può sembrare una meta banale, è sicuramente alla portata di tutti, facile da raggiungere, battuta da turisti da ogni parte del mondo, il mio consiglio è fate un passo in più e scoprire Londra dalla vostra personale prospettiva, Londra a mio avviso va vissuta e questa è la vera chiave per scoprirla.

GetYourGuide London Map

 

3 COMMENTS

  1. Mamma mia Elena!
    Quanta voglia di visitare quelle fantastiche librerie e di perdersi per le strade di Londra.
    Ci manca tantissimo! Grazie per questo post!

  2. […] Il lato positivo? Aver trascorso un giorno in più a in un delle mie città preferite: Londra Per saperne di più: A spasso per Londra: i miei must do […]

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here