Abbiamo realizzato un altro piccolo sogno nel cassetto, da tempo avevamo in progetto un viaggio in Andalusia ma i voli costosi e il poco tempo a disposizione avevano sempre eclissato il nostro sogno. Succede che mentre ti trovi dall’altra parte del mondo, scovi due ottimi voli low cost per la Spagna e in pochi minuti prenoti il viaggio in Andalusia che tanto hai desiderato. Abbiamo scelto due diverse città per il volo di andata e ritorno per avere più tempo a disposizione durante il nostro on the road.

Con Easyjet abbiamo volato da Milano Malpensa su Malaga e con Ryanair da Siviglia a Milano Bergamo. Le due principali compagnie low cost offrono voli su diverse destinazioni della Spagna, easyjet ha voli settimanali anche su Granada.

Ci siamo concentrati sulle località più famose e gettonate dell’Andalusia, senza addentrarci nelle località meno battuto del turismo. Le attrazioni da vedere sono molte e richiedono svariate ore senza dimenticare che siamo in Spagna e uno delle cose che più adoro di questo paese è il cibo e noi, abbiamo dedicato molto tempo a tour delle tapas in ogni città.

Spagna, itinerario in Andalusia: Malaga

Malaga è stata la prima tappa del nostro itinerario, nonostante i pareri discordanti, abbiamo trovato questa città dell’Andalusia deliziosa. Una giornata è più che sufficiente per visitare tutte le sue principali attrazioni che si contano davvero sul palmo di una mano.

  • La Cattedrale di Malaga è un imponente edificio che si trova proprio nel centro storico della città. La struttura esternamente a mio parere è davvero bella, al suo interno oltre alla possente navata è imperdibile il patio de los naranjos ciò che rimane di quella che un tempo era la moschea della città.

spagna-itinerario-di-7-giorni-in-andalusia-cattedrale-malaga

  • L’Alkazaba di Malaga è sicuramente il meno bello e il meno imponente tra tutti dell’Andalusia ma, a mio avviso merita di essere visitato perché se c’è una cosa che ho imparato in questo viaggio è che anche le strutture più simili tra loro in realtà hanno mille sfaccettature diverse e uniche. Poco battuto dal turismo, il modo migliore per visitarlo è passeggiando tra quest struttura che si arrampica sulla collina, tra giardini e fontane zampillanti, circondato da una bellissima arte moresca. L’ingresso combinato con il Castillo de Gibralfaro costa 3,50€.
  • Il Castillo de Gibralfaro, da vedere perché incluso nel biglietto con l’Alkazaba, la sua particolarità è senza ombra di dubbio la posizione in cima alla collina che domina la città. La salita a piedi al castello dura circa 20 minuti, è abbastanza faticosa ma verrete ripagati da una vista mozzafiato che migliora salita dopo salita.

spagna-itinerario-di-7-giorni-in-andalusia-castillo-gibralfaro

  • Oltre 200 opere sono custodite nel Museo di Picasso di Malaga; a farla da protagonista non sono solo le splendide opere del pittore spagnolo ma anche una bella collezione di resti archeologici risalenti all’epoca fenicia, romana e rinascimentale.
  • Il posto ideale per ammirare la vita frenetica degli abitanti di Malaga è il Mercado Atarazanas che si trova in uno splendido ottocentesco dalla struttura in ferro da cui si accede attraverso una splendida porta moresca. Oltre alle bancarelle che vendono, frutta, carne, pesce, olive e molto altro, in questo mercato troverete esternamente moltissimi posti dove concedervi un pranzo a base di tapas.

Spagna, itinerario in Andalusia: Granada

Granada è l’Alhambra, l’Alhambra è Granada, questa città è a mio parere “offusca” da una meraviglia come l’Alhambra molti turisti si limitano a visitare il sito più famoso dell’Andalusia snobbando la città che lo ospita. Granada è una città da vedere e vivere alla quale vanno dedicati almeno due giorni del vostro viaggio.

spagna-itinerario-di-7-giorni-in-andalusia-alhambra-alkazabra

Il primo giorno dedicatelo all’Alhambra, il sito apre alle 8.30 del mattino, siate i primi ad entrate per potervi godere al meglio l’intera area. Il biglietto d’ingresso che vi consiglio di acquistare con largo anticipo include: Palacio Nazaries, Alkazaba, edifici cristiani e musei e il Generalife. In fase di acquisto del biglietto sarà necessario prenotare l’orario per la visita al Palacio Nazaries mi raccomando puntualità.

spagna-itinerario-di-7-giorni-in-andalusia-alhambra

Per visitare l’Alhambra vi occorrerà almeno mezza giornata, dedicate il pomeriggio all’esplorazione del quartiere arabo Albajzin un bellissimo quartiere che ricorda il marocco e i suoi suoq. Girovagate senza meta, perdersi è la prassi, è il posto ideale dove acquistare souvenir a poco prezzo o per gustare dell’ottima cucina araba o semplicemente un buon tè marocchino. Al tramonto dirigetevi al Mirador San Nicolas per godervi la vista sull’Alhambra che al calar del sole viene illuminata.

spagna-itinerario-di-7-giorni-in-andalusia-granada-mirador-san-nicolas-alhambra

Il secondo giorno dedicatelo alla visita della città di Granada tra le attrazioni più rinomate vi consiglio:

  • La Cattedrale di Granada è un insieme di differenti stili architettonici, questo complesso non riesce a mostrare tutta la sua bellezza poiché si trova chiuso da molti edifici che lo circondano tra cui la Capilla Real un elaborato mausoleo in stile gotico che al suo interno ospita le spoglie dei Re Cattolici Isabella e Ferdinando.

spagna-itinerario-di-7-giorni-in-andalusia-granada-capilla-real

  • La Madraza è un piccolo edificio storico che si trova sempre nell’area adiacente alla cattedrale; grazie a recentissimi lavori di restauro è ora possibile ammirare l’elaborato mihrab e la cupola barocca.
  • Il Banuelo come dice la parola stessa, sono dei bagni arabi che risalgono all’XI secolo, perfettamente conservati, l’accesso è gratuito.
  • Appena fuori dal centro storico si erge la Basilica San Juan de Dios, se esternamente può sembrare una Basilica come tante, al suo interno invece c’è qualcosa di unico e inimitabile: le sue pareti interne sono completamente ricoperte da scintillanti decorazioni dorate, il tripudio del kitsch, l’eccesso raccolto in una sola chiesa. La visita segue un percorso preciso che ti permette di apprezzare questa fatiscente basilica da diversi punti di vista. Una piccola scala conduce fino all’interno dell’altare completamente ricoperto d’oro.

spagna-itinerario-di-7-giorni-in-andalusia-basilica-san-juan-de-dios

  • Anche il Monastero de San Jeronimo si trova appena fuori dal centro ed è considerato uno degli edifici cattolici più imponenti della città. Vale la pena visitarlo per il bel chiesto che si trova al suo interno.

Spagna, itinerario in Andalusia: Cordoba

Un piccolo gioiello dell’Andalusia, Cordoba come Granada, è una città che va oltre le sue inestimabili bellezze. Tutta da esplorare e vivere, anche in questo caso se riuscite dedicate due giorni alla visita della città.

La principale attrazione di Cordoba è la Mezquita un capolavoro che unisce tre religioni che un tempo convivevano in modo pacifico e che da questa convivenza diedero vita a uno dei luoghi più magici che io abbai mai visto. 14.400mtq di navate, archi, intarsi in arte mudejar, affreschi e un’atmosfera unica che solo questo luogo vi potrà regalare. L’ingresso del complesso è nel patio de los Naranjos dove si trova la biglietteria per la Mezquita e per il Campanile cercate anche in questo di presentarvi all’orario di apertura per poter prendere subito i biglietti per entrambe le attrazioni (il campanile ha posti limitati ed è possibile salirci solo la mattina).

spagna-itinerario-di-7-giorni-in-andalusia-mezquita-cordoba

Dopo la visita alla Mezquita che vi impegnerà per tre ore al massimo, dedicatevi alle altre splendide attrazione che nasconde Cordoba:

  • Anche a Cordoba troviamo l’Alcazar de los Rejes Cristianos la cui unica particolarità sono i colorati giardini terrazzati.
  • Il ponte romano è un ponte pedonale che attraversa il Rio Guadalquivir; se attraversate questo ponte dalle 16 arcate raggiungerete la torre de la Calahorra da qui potrete scattare delle splendide foro alla Mezquita.
  • La Juderia è il quartiere ebraico di Cordoba, un labirinti di piccole vie, piazzette con edifici bianchi con all’interno diversi patio ricchi di fiori. Il modo migliore per esplorarla e passeggiando senza meta, ricordate solo di fare una sosta alla Sinagoga una piccolo edificio che testimonia la presenza della comunità ebraica in Andalusia nel medioevo.

Per saperne di più su Cirdoba potete leggere l’articolo su Cosa vedere in due giorni a Cordoba

spagna-itinerario-di-7-giorni-in-andalusia-cordoba-calle-los-flores

Spagna, itinerario in Andalusia: Siviglia

Siviglia è senza dubbio una delle città più belle e importanti dell’Andalusia. Bella e ricca di personalità la metropoli andalusa vi rapirà per la sua esuberanza e per le sue strepitose attrazioni. Dedicate almeno due giorni per viverla e visitarla è una città molto battuta dal turismo in ogni periodi dell’anno le code sono una prassi.

  • Nel centro storico della città si erge l’immensa Cattedrale di Siviglia tra le più grandi al mondo; la chiesa è stata costruita dove un tempo sorgeva la grande moschea della città e accanto, si trova la torre Giralda che era l’antico minareto della moschea. All’interno della Cattedrale si trova una della tre tombe di Cristoforo Colombo.
  • Dopo aver visitato l’Alhambra pensavo che nulla sarebbe riuscito ad eguagliare la sua bellezza, la più grande sorpresa di questo viaggio è stata il palazzo reale dell’Alkazar di Siviglia. Uno splendido esempio di arte mudejar, finemente decorato in ogni sua stanza, così ricco ma elegante da sembrare surreale. Prenotate l’ingresso con anticipo per evitare code inutili.

spagna-itinerario-di-7-giorni-in-andalusia-siviglia-alkazaba

  • Archivio de Indias è tutto ciò che raccoglie la storia delle Americhe dalla loro scoperta fino alla fine dell’impero coloniale nel 19° secolo. Fascicoli e fascicoli che contengono dati, tratte, conti e scoperte del grande impero coloniale spagnolo.
  • Appena fuori dal centro storico all’interno dell’immenso e magnifico Parque de Maria Luisa si trova Plaza de Espana uno degli spazi architettonici più incredibili della città. Un vero punto di ritrovo per turisti e locali che possono fare una romantica gita in barca lungo il canale oppure assistere agli spettacoli si flamenco degli artisti di strada.

spagna-itinerario-di-7-giorni-in-andalusia-siviglia-piazza-di-spagna

  • L’arena più antica di Spagna è Plaza de Toros la massima aspirazione per ogni torero che chiamato a esibirsi in questa arena significa aver raggiunto l’apice della propria carriera.
  • Casa de Pilatos è una residenza nobiliare tra le più belle della città; Si compone di diversi stili dal Mudejar al Gotico fino al Rinascimentale.
  • Come tutte le opere moderne inserite in un contesto storico e antico, il Metropol Parasol è un esempio di arte contemporanea che si sposa perfettamente con l’abbiente circostante; Salendo al secondo piano è possibile passeggiare su questo enorme parasole per godere di una bella vista sulla città.

spagna-itinerario-di-7-giorni-in-andalusia-siviglia-metropol-parasol

  • Il Barrio de Triana è un quartiere suggestivo che si trova al di là del Rio, non particolarmente entusiasmante, vi consiglio di fare una passeggiata per scorgere alcune belle prospettive.
  • Antigua Fabrica de Tabacos meglio conosciuta come l’Università di Siviglia uno degli edifici più belli e particolari della città. E’ il secondo edificio più grosso della Spagna e un tempo era appunto una rigogliosa fabbrica di tabacco. E’ visitabile gratuitamente e liberamente ma se si preferisce è possibile partecipare ad una visita guidata.

Spagna, itinerario in Andalusia: informazioni pratiche

Organizzare un viaggio in Andalusia è semplice l’unica accortezza, è che bisogna informarsi con anticipo sulle attrazione da visitare per alcune infatti, è consigliabile prenotare con anticipo l’ingresso.

Noleggio auto in Spagna: noi abbiamo noleggiato l’auto con Goldcar per essere più comodi e autonomi durante tutto il viaggio. Abbiamo scelto di prendere l’auto a Malaga e restituirla a Siviglia per ottimizzare i tempi di viaggio.

In tutte le strade che abbiamo percorso non c’erano caselli e/o pedaggi, i benzinai sono abbastanza frequenti e le condizioni dell’asfalto ottime.

Malaga – Granada 126km ca 1h 30

Granada – Cordoba 208km ca 2h

Cordoba – Siviglia 145km ca 1h 30

Nelle città non è stato semplice parcheggiare l’auto, vi consiglio di prevedere un’hotel che abbaia anche il parcheggio o che si trovi fuori dal centro storico. Per esplorare le città muovetevi a piedi.

Quando visitare l’Andalusia: potete visitare l’Andalusia tutto l’anno ma il periodo migliore è senza dubbio quello che va da Ottobre a Maggio, dove le temperature sono gradevoli e rendono più agevole la visita delle città. Noi abbiamo visitato l’Andalusia a fine Ottobre e le temperature oscillavano tra i 12° la mattina, 27°/30° di giorno fino a 12°/15° la sera. L’escursione termica non è da poco quindi portate abiti corti e leggeri per il giorno, golfini e pantaloni lunghi per la sera e la mattina.

Quanto costa l’Andalusia: la Spagna è un paese economico, non abbiamo trovato prezzi folli per le attrazioni i o gli alberghi: si dorme con circa 15€ a notte e si mangia con meno di 10€ a testa.

 

 

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here