Want create site? Find Free WordPress Themes and plugins.

Prima di partire per questo viaggio l’unica cosa che collegavo alla Giordania era Petra, mi sono dovuta ricredere.

Non potrete dire di essere stati in Giordania se non avete visitato:

Wadi Rum: il deserto roccioso del sud,  un susseguirsi di magnifici paesaggi che cambiano colore ogni volta che vengono colpiti dalla luce del sole! Potrete fare un escursione con una jeep oppure in cammello non ne rimarrete delusi.

Wadi Mujib: una riserva naturale incredibile: in totale autonomia armati di giubbetto salvagente potrete affrontare il percorso di 2km che attraversa dei Canion spettacolari; seguite il corso d’acqua, indossando abiti leggeri, scarpe impermeabili e intraprendete il sentiero. Non abbiate paura della difficoltà del trekking a circa metà percorso infatti una guida vi aiuterà a proseguire e il percorso si concluderà con una bellissima cascata.

Jerash: le rovine romane meglio conservate del paese, anadate la mattina presto vi eviterete la scolaresche e i bus di turisti  e potrete ammirare i colonnati romani finemente scolpiti e lavorati, i templi, la strada romana e anfiteatri; se avete la fortuna di visitarla in primavera i campi fioriti attorno alle rovine ricoperti di rigogliosi fiori selvatici renderanno l’atmosfera ancora più bella.

Amman: la capitale viene poco consierata anche dalle guide invece per me è stata una grande scoperta: potrete visitare uno dei fori romani meglio conservati in pieno centro città, la bellissima cittadella e poi la calda e colorata area di Downtown con i suoi suoq, la moschea, i rumori, gli odori di una bella città del Medio Oriente.

Con ciò non voglio di certo dirvi salatate Petra… ma ricordatevi però che c’è molto altro in questo splendido Paese.

Did you find apk for android? You can find new Free Android Games and apps.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here