Want create site? Find Free WordPress Themes and plugins.

Come già scritto in altri post, il nostro primo impatto con il Messico è stato con la sua capitale, la tanto discussa Città del Messico e il paragone con l’Asia è stato inevitabile.

Mexico City però è riuscita da subito a coinvolgerci nei sui ritmi, nei suoi colori, nella sua storia e nel suo spirito, facendoci scoprire un luogo poco considerato da molti turisti, e che invece noi ci sentiamo di consigliare. Non puoi visitare il Messico senza aver dato una sbirciatina alla sua capitale.

cosa-vedere-citta-del-messico-zocalo

Quando siamo atterrati, guardando fuori dal finestrino siamo rimasti senza parole, erano le 10 di sera e tutta la città illuminata era senza fine, questo per farvi capire quanto è immensa (23 milioni di abitanti tra centro e periferia).

In due giorni non riesci a cogliere appieno quello che la città ha da offrire, assaggi un po di tutto e ti fai un’idea di quello che potenzialmente avresti potuto fare. Noi su consiglio di Marika abbiamo acquistato per il nostro primo giorno un tour guidato che ci avrebbe portato alla scoperta delle attrazioni più rilevanti della città.

Cosa vedere in un giorno a Città del Messico

Il primo giorno, siamo stati prelevati nel nostro ostello, i nostri compagni di tour erano una famigliola peruviana con mamma e due figli adolescenti. La nostra guida/autista è Miguel, che parla perfettamente inglese ma noi preferiamo la spiegazione in spagnolo dato che il nostro è arrugginito, con lui iniziamo a fare pratica.

Le tappe imperdibili di Città del Messico :

  • Lo Zocalo, la Catedral Metropolitana e il Palacio Nacional
  • Il parco di Chapultepec e la zona Rossa
  • World Trade Center e il Polyforum Culturale Siqueiros
  • Il Teatro de los Insurgentes
  • La città universitaria e la sua famosa biblioteca
  • San Angel
  • I canali di Xochimilco
  • Il quartiere coloniale di Coyoacan

Oltre ad averci permesso di visitare moltissime cose che forse da soli non saremmo riusciti a fare, Miguel è stato un’eccellente cicerone che tra aneddoti e storia vera c’ha fatto scoprire una Città del Messico diversa. Noi siamo partiti prevenuti, convinti di metter piede in una della città più pericolose al mondo, che oltre a criminalità e povertà non ha nulla da offrire e invece, siamo ben felici di poter dire che questa città non è bella è bellissima.

cosa-vedere-citta-del-messico-protesta

La storia, ti accompagna in ogni strada e palazzo che incontri, vedi l’influenza spagnola, francese e anche italiana. Vedi una città che traballa sulle sue fondamenta paludose, perché i palazzi storti e le navate in pendenza fanno parte di una storia millenaria che neanche ci possiamo immaginare.

Mentre il nostro pulmino sfreccia tra le strade della città, osserviamo diversi quartieri scorrere attraverso i finestrini: la zona rossa più colorata e residenziale, il WTC fulcro della più moderna città, la città universitaria tra le più importanti di tutto il Sud America, studenti da tutto il mondo vengono a studiare qui.

cosa-vedere-citta-del-messico-xochimilco-barche

Raggiungiamo Xochimilco e si respira solo aria di festa. Xochimilco è un lago dal fondale molto basso, barconi colorati riempiono ogni centimetro a disposizione, i locali raggiungono la cittadina per stare in compagnia e festeggiare. I turisti sono davvero pochi, e Miguel ci spiega che essendo sabato, tutti si ritrovano sulle barche per far festa. Sui tavoli ci sono bottiglie di tequila, cibo a volontà, la musica fortissima giovani e anziani cantano e si divertono. Noi siamo incantati, seduti sulla nostra barca siamo in silenzio a osservare: la gente è felice si diverte e te lo trasmette.

L’ultima tappa quella più importante è stata Coyoacan cittadina coloniale dove il tempo si è fermato (noi abbiamo chiesto a Miguel di lasciarci qui, siamo tornati alla sera in taxi). Perché importante?

cosa-vedere-citta-del-messico-casa-azul

Perché qui è dove si trova la Casa Azul di Frida Khalo e Diego Rivera. Frida è un’icona per i messicani, una donna che ha una storia controversa, una vita problematica, un’amore “particolare” con Diego Rivera, una pittrice che trasmette tutto il suo dolore nelle sue opere. La Casa Azul è una tappa imperdibile, noi ci siamo emozionati visitando la casa di questi due artisti acclamati.

Cosa vedere in due giorni a Città del Messico

Dopo l’infarinatura del primo giorno, dedichiamo la seconda e ultima giornata alla visita dei musei perché per chi non lo sapesse ma Città del Messico ha più di 150 musei sparsi per tutta la città. Noi abbiamo scelto di visitare:

  • Museo Nazionale di Antropologia
  • Museo del Templo Mayor
  • Palacio de bellas artes

Visitando questi musei riviviamo le parole di Miguel che ci racconta la storia della città, il suo passato e anche quello che è il suo presente. Una città che guarda il futuro.

cosa-vedere-citta-del-messico-museo-nazionale

 

Le vie del centro storico sono splendide pullulano di gente, artisti di strada, negozi ma sopratutto tanta polizia. Il centro di Città del Messico è molto sicuro, c’è un poliziotto ad ogni angolo, in ogni metropolitana e in ogni banchina: la sicurezza non si discute.

Informazioni pratiche per un viaggio a Città del Messico

  • Abbiamo soggiornato all’Hostel Mundo Juven Catedral, carino senza troppe pretese ma la posizione è da 10 e lode, si affaccia sullo Zocalo e la Catedral Metropolitana, più centro di così non si può.
  • Utilizzate la metropolitana perché comoda è costa pochissimo 5 pesos e raggiunge tutte le zone della città
  • Prendete solo i taxi rosa, hanno il tassametro e costano poco
  • Dall’aeroporto per raggiungere la città potete usare la metropolitana oppure il taxi, ci sono le tariffe prestabilite a zona.

 

 

 

Did you find apk for android? You can find new Free Android Games and apps.

2 COMMENTS

  1. Dietro vostro suggerimento ho prenotato 6 notti nell’ostello dove siete stati voi! Ma dato che siamo in viaggio di nozze ci siamo concessi la “suite”!

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here