Want create site? Find Free WordPress Themes and plugins.

Quello che vi propongo è un tour abbastanza vario che vi darà una visione abbastanza generale di quello che il Kenya vi può offrire. Noi ci siamo appoggiati a Australken Tour&Travels un’agenzia locale del gruppo KATO (Kenya Association of Tour Operators) e con l’aiuto di Zippy la responsabile abbiamo stilato un tour che comprendeva:

  • Driver e Chef per 11 giorni
  • Mini Van 4×4 da nove posti ma noi eravamo solo in due
  • Colazione, pranzo e cena sempre inclusi e sempre preparati da John, il vantaggio di avere una persona che cucina per te è di poter scegliere cosa mangiare e chiedere che venga comprato un succo piuttosto che dei biscotti.
  • Casse d’acqua, una scorta illimitata
  • Guide locali per le escursioni
  • Ingressi a tutti i parchi
  • Alloggi nei camping

In pratica a parte l’acquisto di souvenir o cose personali, non abbiamo speso nulla al di fuori della cifra pattuita.

Il volo Milano – Nairobi operato da Turkish Airlines quindi con scalo a Istanbul l’abbiamo acquistato con molto anticipo riuscendolo a pagare solo 400€. I voli operati dalla Turkish  hanno spesso un lungo scalo a Istanbul, ne potete approfittare come abbiamo fatto noi, per un breve tour della città, la compagnia aerea infatti organizza tour gratuiti per scali tecnici di oltre 6h consultate il sito per maggiori info. (clicca qui)

Itinerario in Kenya: le tappe

Itinerario in Kenya: tra gli elefanti dell’Amboseli Natural Park

itinerario-safari-kenya-amboseli-national-park

Questo parco si trova al confine con la Tanzania ed è considerato Il “Parco degli elefanti” qui infatti avrete modo di vedere più di 1000 elefanti africani che ogni mattina migrano dalle pendici del Kilimangiaro la vetta più alta dell’Africa, verso le pozze d’acqua del parco. La varietà di animali è tanta, dai bufali, alle giraffe, agli impala, le iene, gli ippopotami e qualche raro felino più difficili da individuare. Dall’Observatory Hill la collina più alta del parco avrete modo di godere di una bellissima vista panoramica, e potrete fare un pic nic a pranzo per rilassarvi dal lungo safari.

Itinerario in Kenya: safari al Masai Mara National Reserve

itinerario-safari-kenya-masai-mara

Il Masai Mara è il parco più famoso di tutto il Kenya, il parco dal panorama più bello che abbiamo visitato. La concentrazione di prede nel parco come antilopi e zebre lo rende il posto ideale per gli avvistamenti dei grandi predatori come leoni, iene, ghepardi e leopardi. Il parco è attraversato dal Mara River è il posto ideale per avvistare ippopotami e  i giganteschi coccodrilli che si mimetizzano come pietre sulle sue sponde. La riserva naturale del Masai Mare è tra le più battute dai turisti, questo è l’unico parco dove abbiamo trovato un pò più di ressa rispetto agli altri; ma sarebbe da sciocchi vistare il Kenya e non includerlo nel vostro itinerario!

Itinerario in Kenya: i fenicotteri rosa del Lago Nakuru 

itinerario-safari-kenya-lago-nakuru-giraffa

Questo parco di dimensioni contenute è uno tra i più belli di tutto il Kenya; il parco è piccolo, si visita in un giorno e il circuito corre attorno al lago. La varietà di animali che potete visitare è la medesima in più in questo parco sono presenti in gran numero i rinoceronti bianchi e neri i primi si trovano sempre nei pressi del lago e sono più semplici da vedere, mentre il rinoceronte nero in estinzione si trova nelle zone boschive, noi siamo stati fortunati e ne abbiamo visto uno, giusto il tempo di una foto per poi scomparire tra gli alberi. Anche in questo parco alla Baboon Cliff si gode di una bellissima vista su tutto il lago e tutto il circuito del parco.

Itinerario in Kenya: safari in bicicletta all’ Hell’s Gate

itinerario-safari-kenya-bicicletta-hells-gate

Il safari in bicicletta è un’esperienza alla quale non bisogna rinunciare perchè per quanto sia bello vedere gli animali dalla jeep, poter pedalare in libertà tra zebre, bufali e giraffe è tutta un’altra emozione. L’Hell’s gate è una gola che attraversa il parco creando una vallata ampia di 7km ca costeggiata da alte pareti rocciose, noleggiate le bici e godetevi il panorama che da solo merita il viaggio. All’estremità merdionale della gola inizia in breve percorso di trekking in quella che è chiamata la “lower gorge”; è consigliabile effettuare questo trekking solo nelle stagioni secche quando il letto del fiume che le attraversa è quasi del tutto secco. Alcuni punti sono difficili da raggiungere quindi è sempre meglio avere una guida che meglio di voi saprà guidarvi nel percorso da seguire.

Itinerario in Kenya: tra gli ippopotami del Lago Naivasha

litinerario-safari-kenya-lago-naivasha-ippopotamo

Un bellissimo lago di acqua dolce, meta battuta dai locali che nel week end lo invadono per sfuggire dal caos della città. Un tour in barca è il modo migliore per esplorarlo; le sue sponde sono piene di papiri, le acque sono infestate da centinaia di ippopotami che ogni tanto si concedono un giretto sulle sponde per mangiare dell’erba. Vi consiglio di visitare la Cresceny Island, un’isola che nasce dal crollo di un cratere vulcanico; si tratta di una piccola riserva naturale privata dove potrete vedere svariati animali tra cui, giraffe, zebre, antilopi e qualche bel pitone gigante.

Itinerario in Kenya: le piantagioni di tè di Kericho

litinerario-safari-kenya-tea-factory-kericho

Il Kenya è il terzo produttore al mondo di tè dopo India e SriLanka, oltre a godervi uno splendido panorama sulle piantagioni cercando d’interagire con i coltivatori anche se l’inglese non lo parlano benissimo, potete fare come noi e scegliere di visitare una fabbrica del tè. Io l’ho trovata un’esperienza davvero interessante, scoprire i processi di lavorazione, i meccanismi, i costi, i profitti del black tea più buono del mondo, non è un’esperienza da tutti i giorni. Noi abbiamo scelto la Momul Factory, il tour è durato circa 2h e abbiamo letteralmente tempestato di domande il responsabile Paul.

Itinerario in Kenya: in barca sul Lago Victoria (Kisumo)

litinerario-safari-kenya-lago-victoria

Solo il 6% del bacino totale del lago appartiene al Kenya, con l’aiuto di Tom nostra guida, abbiamo effettuato un tour in barca di 2h ca all’Hippo Point un’area nei pressi di Kisumo dove è possibile fare bird watching, vedrete moltissime specie di volatili dai colori strabilianti, osservare le piccole isole mobili di papiro, vedere se siete fortunati degli Ippopotami e se vi capita di andarci di domenica spesso vengono fatti i battesimi religiosi in acqua, musiche e canti attireranno la vostra attenzione sarà impossibile non vederli.

Itinerario in Kenya: scalare la Monkey Rock

litinerario-safari-kenya-monkey-rock

Forse questa è stata l’esperienza più dura di tutto il viaggio, questa piccola catena montuosa si trova a pochi km da Kisumo, e possibile effettuare la scelta di ben 2 punti, stiamo parlando di colline ma il sentiero è davvero ripido e il caldo non aiuta. Durante la salita avrete modi di entrare in contatto con i villaggi locali, noi siamo riusciti a salire solo sulla prima cima e il panorama vale la fatica.

Itinerario in Kenya: la Kakamega Forest

litinerario-safari-kenya-kakamega-forest

L’ultima foresta pluviale presente in Kenya, piccola ma molto suggestiva; la vegetazione è molto fitta, gli alberi si accavallano l’un l’altro anche in questo caso, una guida Caroline ci ha accompagnato in un trekking di 5h in cerca di insetti, farfalle, serpenti, piante medicinali, uccelli, e primati. Caroline ci spiega che la foresta è gestita dalla KWS (Kenya Wildlife Service) un ente statale che ha il compito di proteggere la salvaguardia della foresta e di tutto ciò che la compone educando i villaggi locali a non distruggerla. Una delle attività più belle che si possono svolgere è il trekking mattiniero alla collina Lirhanda che si trova proprio nel mezzo della foresta; l’alba colora a poco a poco la foresta regalandovi un momento davvero romantico.

Itinerario in Kenya: dove dormire

AmboseliKimana Amboseli Tented Camp, un campeggio basico che si trova appena fuori il gate d’ingresso al parco Amboseli, le tende molto spartane sono dotate di zanzariera e bagno.

Masai Mara – The Mwanga Mara Camp, anche questo campeggio si trova fuori dalla riserva del Mara, le tende sono tutte dotate di zanzariere e bagno.

Lake NakuruWCK Guest House, una delle sistemazioni più belle all’interno del parco di Nakuru, ben curata e ben conservata di fronte al piccolo giardino recintato passeggiano liberi animali selvatici e potrete svegliarvi con un leone fuori dalla finestra che schiaccia un pisolino.

Lake Naivasha Fisherman’s Camp un bel camping sulle sponde del lago, ci sono tende e piccoli cottage dotati di cucina e bagno. Sulle rive del lago verso le 6 di sera gli ippopotami escono per mangiare dell’erba.

Kericho – Rays Place Inn è un elegante abitazione in stile inglese situata in un bel giardino verde con vista sulle piantagioni di tè.

Kisumu Kisumu Hostel questo ostello è gestito dall’associazione WCK ( come Lake Nakuru) le casette si trovano in bellissimo spazio verde a poca distanza dal lago Vicktoria. Una tartaruga gigante gira nel parco e si fa coccolare da tutti.

Kakamega – Isecheno Blue Shouldered Guest House questa guest house si trova alle porte della foresta Kakamega, le Bandas (capanne) sono molto ampie unico difetto il bagno è all’aperto e non c’è elettricità.

WCK è un’organizzazione benefica non governativa la cui mission è quella di istruire i giovani alla conservazione e alla cura dei parchi naturali del Kenya attraverso lezioni, attività e laboratori; negli anni il club ha contribuito ad educare più di un milione di giovani kenyoti e gode di grande influenza nel paese per i grandi progetti che ha portato avanti negli anni.

Did you find apk for android? You can find new Free Android Games and apps.

2 COMMENTS

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here